Il 9 maggio il primo degli incontri tematici sul Piano urbanistico generale dedicato alla crisi climatica e alle misure strategiche per affrontarla attraverso le infrastrutture verdi

Giovedì 9 maggio al Palazzo del Turismo si tiene il primo incontro tematico di Riccione cambia, il processo di partecipazione e coinvolgimento per la costruzione del Piano urbanistico generale.

“Gli incontri tematici del Pug sono strutturati in due parti — commenta Christian Andruccioli, assessore all’Urbanistica e all’Ambiente di Riccione —. Nella prima parte abbiamo invitato esperti e ricercatori, che ci illustreranno dati e analisi sui rischi dovuti agli eventi climatici estremi a Riccione e le misure di mitigazione e adattamento che possiamo mettere in campo per fronteggiare la crisi climatica. Saranno con noi Francesca Gaburro, esperta di pianificazione ambientale ed energetica che per conto di Aess sta sviluppando il Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima (Paesc) di Riccione, e Luisa Ravanello di Arpae Emilia-Romagna, urbanista specializzata in pianificazione ambientale ed esperta di adattamento climatico, che ci mostrerà esperienze di spazi pubblici e aree urbane che, per rispondere agli eccessi di pioggia e caldo, sono state ripensate attraverso soluzioni basate sulla natura e la progettazione del paesaggio”.

“Nella seconda parte dell’incontro — prosegue Andruccioli — faremo un focus su Riccione. Tecla Mambelli, dirigente del settore urbanistica, ci parlerà del sistema del verde e delle reti ecologiche a scala comunale con un focus sulla Strategia del Pug che stiamo elaborando per la componente del verde, per una Riccione diversa, impreziosita da una rete di parchi e spazi aperti vocati ai diversi paesaggi, ovvero un sistema di connessioni verdi che abbraccia tutta la città e costituisce il riferimento per il Piano del verde. Mentre Sara Pavani dell’Ufficio di Piano farà un affondo sui quartieri Marano, Spontricciolo e San Lorenzo, per arrivare poi all’illustrazione dei progetti di valorizzazione del Rio Melo fino alla rigenerazione ambientale del Porto da parte degli architetti Filippo Matteoni, di Studio Matteoni, ed Emanuele Filanti, di Polistudio”. 

“In tutti gli incontri tematici del Pug, a valle di ogni approfondimento,  abbiamo previsto un momento di confronto col pubblico — commenta Daniela Angelini, sindaca di Riccione —. I contributi e le idee dei presenti saranno determinanti per continuare a costruire la Strategia del Piano insieme: comunità, amministrazione, Ufficio di Piano. Questo è infatti il primo di quattro appuntamenti a tema, in cui parleremo di clima, natura e paesaggio, di rigenerazione urbana, spazio pubblico e politiche per il commercio, di politiche per la casa e di servizi, di turismo e di mobilità”.

“La crisi climatica e ambientale ci impone di essere seri — conclude Andruccioli —. Vogliamo anzitutto che Riccione diventi una città resiliente, in grado di rispondere ai fenomeni estremi e capace di ridurre le condizioni di rischio per la sicurezza delle persone, delle infrastrutture e delle imprese. Ma cambiare la città per il clima significa lavorare anche sulla qualità e sulla vivibilità dello spazio urbano e per la salute delle persone: per fronteggiare i fenomeni estremi di caldo e pioggia dobbiamo rinaturalizzare dove possibile le aree limitrofe ai corsi d’acqua fino alla costa e dare vita a spazi pubblici ombreggiati, alberati, permeabili e attrezzati con infrastrutture per la socialità, l’incontro e il movimento. Quella del clima è infatti una grandissima opportunità per occuparci di innovazione e diversificazione del nostro turismo e di sviluppo economico del territorio insieme”.

L’incontro si svolge dalle 20.30, ma il Palazzo del Turismo sarà accessibile già dalle 20 per raccogliere idee e spunti sulla città. L’incontro avrà una durata di circa due ore e  possono partecipare tutte le persone interessate a costruire la Strategia del Piano: cittadini, studenti e studentesse, giovani, imprenditori, professionisti, associazioni, gruppi informali, comitati, rappresentanti dei quartieri, etc. 

I posti in sala sono limitati, per agevolare l’organizzazione è raccomandata l’iscrizione, cliccando a questo link https://bit.ly/riccionecambia-9maggio

Per chi è fuori città il 9 maggio ed è interessato al PUG, sarà possibile seguire dal canale Youtube del Comune di Riccione la trasmissione in streaming, in modalità ascolto.