“Facciamo un piano: ripensare la natura per la città”. Verrà lanciata anche l’indagine on line rivolta a tutti i cittadini e le cittadine del territorio “e tu, di che natura sei?”

A un anno dall’annuncio dell’avvio dell’elaborazione del Piano del Verde di Rimini, lo strumento di pianificazione strategica voluto dall’amministrazione comunale per affrontare con scienza e contezza cambiamenti e temi sfidanti come l’adattamento all’emergenza climatica, torna a riunirsi (il prossimo 13 aprile) il tavolo scientifico di esperti, istituito e coordinato da Anthea, per presentare alla cittadinanza gli avanzamenti nello studio e il programma organico di interventi e di coinvolgimento partecipativo degli abitanti di Rimini per lo sviluppo del patrimonio naturalistico della città.

Il Piano del verde rappresenta lo strumento integrato della pianificazione urbanistica generale, che stabilisce, in base alle priorità determinate dalle esigenze del territorio, gli obiettivi previsti in termini di miglioramento dei servizi ecosistemici, gli interventi di sviluppo e valorizzazione del verde urbano e periurbano a lungo termine e le modalità di monitoraggio dei traguardi raggiunti e di coinvolgimento delle comunità locali.

Il tavolo scientifico di esperti sta lavorando per elaborare entro la prossima primavera una visione integrata da cui possa scaturire una pianificazione per un futuro sviluppo urbano resiliente, sostenibile ed inclusivo, una strategia dell’abitare che riesca a coniugare la cura dei luoghi, degli ecosistemi e delle persone, attraverso azioni e processi virtuosi che contribuiscano al benessere collettivo.

Per attuare una pianificazione strategica del verde urbano in un’ottica di riqualificazione territoriale e di miglioramento della gestione, il tavolo scientifico è partito dall’analisi del patrimonio esistente, del contesto e delle risorse presenti sul territorio per conoscere a fondo la natura della città valutando la qualità del verde sia pubblico che privato.

A questo quadro conoscitivo di natura tecnico-scientifica si affianca un’indagine on line rivolta a chi abita, studia e lavora nella città di Rimini per raccogliere dati che ci diranno come i cittadini e le cittadine vivono i parchi e le aree verdi della città e che saranno utilizzati per sviluppare le politiche e le azioni del Piano del Verde su tutta Rimini.

Durante l’incontro verranno presentati alla cittadinanza i temi di approfondimento specialistici su cui il pool di esperti sta lavorando, le aree rappresentative della città scelte come approfondimento e sperimentazione per la verifica dell’efficacia del Piano, le modalità di ingaggio della popolazione nel percorso partecipativo del Piano e le azioni culturali che serviranno a divulgare i contenuti del piano e a sensibilizzare cittadine e cittadini ad osservare le buone pratiche che consentano il benessere del pianeta e di tutti.

“Rimini ha cambiato molto negli ultimi anni il suo profilo verde – commenta l’assessora alla transizione ecologica Anna Montini – e il tema delle infrastrutture verdi urbane è stato affrontato progressivamente in modo organico, fino all’avvio del percorso che porterà la città a dotarsi di un Piano del Verde. Un processo, volontario e partecipato, per l’attuazione di un nuovo modello di pianificazione e progettazione urbana, più attenta alla mitigazione e all’adattamento rispetto ai fenomeni sempre più evidenti del cambiamento climatico e in dialogo con gli altri strumenti di pianificazione e gestione del territorio”.

All’incontro saranno presenti:

– per l’amministrazione pubblica: Anna Montini, Assessora alla Transizione Ecologica (Ambiente, Sviluppo Sostenibile, Pianificazione e Cura del Verde Pubblico), Blu Economy, Statistica; Chiara Fravisini, dirigente Settore facility management

– per Anthea: Carlotta Frenquellucci, amministratrice unica; Tommaso Morelli, direttore generale; Marco Tonnoni, architetto responsabile ecosistema urbano; Edoardo Cagnolati, architetto paesaggista responsabile infrastruttura verde.

– per il coordinamento scientifico e di sviluppo del pianoFilippo Piva architetto paesaggista, coordinatore del pool scientifico del Piano del Verde; Sara Simona Cipolla, ingegnere civile idraulico e dottore di ricerca in ingegneria civile, idraulica e dei materiali, coordinatore tecnico presso il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale; Elena Farnè, architetta esperta di pianificazione del paesaggio, rigenerazione e partecipazione pubblica; Kristian Fabbri, esperto di microclima indoor e outdoor, simulazione e valutazione del comfort urbano, docente di Fisica Tecnica Ambientale Università di Bologna.

L’incontro si terrà sabato 13 aprile alle ore 10.30 alla Cineteca comunale (ingresso dal cortile della Biblioteca Gambalunga).

Al termine dell’incontro tutti i partecipanti verranno omaggiati di una piantina forestale, un gesto simbolico di alleanza con la cittadinanza per costruire insieme la città del futuro.