Una bicicletta (foto di repertorio)

Al Bike Park di via Anghieri 51 avverrà il lancio di ‘Bike to Work’, il progetto del Comune di Rimini co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna

Dal 16 al 22 settembre torna la settimana europea della mobilità che quest’anno ha come tema “Better connections”, con l’obiettivo cioè di promuovere ‘connessioni migliori’ intese come sinergie tra le persone oltre che per i luoghi e aumentare la consapevolezza riguardo alla mobilità sostenibile, favorendo il cambiamento dei comportamenti negli spostamenti.  

Ed in linea con la filosofia di questa settimana che domani, venerdì 16 settembre (ore 18), al Bike Park (via Anghieri 51) avverrà il lancio di ‘Bike to Work’, il progetto del Comune di Rimini co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna per incentivare tra i lavoratori dell’utilizzo della bicicletta quale mezzo di trasporto salutare, ecocompatibile e a basso consumo energetico.  Al lancio dell’iniziativa saranno presenti i rappresentanti delle sei aziende che hanno aderito al bando – Agenzia delle Entrate, Fortech, Gruppo Società gas Rimini, Hera spa, Iegexpo, Novomatic Italia spa – che coinvolgeranno i propri dipendenti nell’iniziativa.  

Con apposito protocollo definito con la Regione, il Comune di Rimini ha stabilito degli incentivi chilometrici per gli spostamenti casa-lavoro sulle due ruote del personale delle aziende aderenti: a ciascun partecipante saranno destinati 20 centesimi a chilometro per un massimo di 50 euro al mese. Complessivamente l’Amministrazione dispone di risorse pari a circa 53mila euro per il 2022 e altrettante per il 2023 da concedere, in base a quanto stabilito dalla Regione, alle aziende provviste di un mobility manager o responsabile d’azienda già in carica o nominato per l’occasione. L’appuntamento di domani, con la partecipazione dell’assessora Patto per il Clima e il Lavoro Francesca Mattei e l’assessora alla mobilità Roberta Frisoni sarà quindi l’occasione oltre che per lanciare ufficialmente il progetto anche per confrontarsi con le aziende e i dipendenti su quali azioni siano necessarie per una sempre maggiore diffusione dei mezzi alternativi alle auto per gli spostamenti.  

Sempre nell’ambito della settimana europea della mobilità, domenica 18 settembre torna per il quarto anno Cargo Bike Revolution: un corteo composto da cargo bike e biciclette che alle 17.30 si metterà in viaggio da piazza Malatesta, attraversando il centro ed arrivando fino in Piazzale Kennedy per la festa conclusiva. Un’occasione promossa da Cargo Bike Revolution Team, Bike Park Rimini, Cooperativa sociale Metis e Manolo Cargo Bike, con il patrocinio del Comune di Rimini, per pedalare insieme e condividere esperienze.  

Una rete ciclabile lungo 134km 

Le iniziative di promozione delle buone pratiche di promozione della mobilità sostenibile incrociano l’impegno dell’Amministrazione sul fronte dell’infrastrutturazione della città. Un’attenzione che si è concretizzata nel costante aumento della rete ciclabile sul territorio, che dai 123 km del 2020 oggi si distribuisce lungo 134 km grazie al recente completamento dei percorsi lungo via Melozzo da Forlì, via Circonvallazione Occidentale, i due nuovi tratti di lungomare da Piazzale Kennedy a piazzale Benedetto Croce e quello dell’area stazione.  

Una rete che continuerà ad estendersi, nell’ottica in particolare di andare a ricucire le zone a mare e a monte della Statale 16, grazie in particolare agli importati interventi in corso che interessano la principale arteria stradale di attraversamento del territorio, con i previsti sottopassi all’altezza di via Coriano, SS72, via della Fiera e via Covignano).  

Tra gli interventi in programma la realizzazione del ponticello ciclopedonale di via Barattona, tassello per collegare via Montescudo con la Grotta Rossa e il ponte ciclopedonale di collegamento tra le sponde destra e sinistra del deviatore Ausa, sempre in zona Grotta Rossa. Già finanziati e in programma, tra i vari interventi, la realizzazione del percorso ciclabile da piazzale Gondar a Miramare nell’ambito dei lavori per il Parco del mare sud, il nuovo sottopasso lungo il percorso della ciclabile del parco Ausa, che sarà realizzato da Rfi in sostituzione di quello esistente. Nella zona nord previsto il sottopasso ciclopedonale in corrispondenza della rotonda via Grazia Verenin e la messa in sicurezza del percorso ciclabile esistente, mentre è in corso la realizzazione del percorso ciclopedonale su via Marconi nell’ambito del progetto dell’ex Corderia.