Ha partecipato il Segretario di Stato per il Territorio, l’Ambiente e l’Agricoltura e la Cantina Vini

Dopo la partecipazione allo Slow Vine 2024 a Bologna lo scorso mese di febbraio, la Repubblica di San Marino è presente alla “56 edizione del Vinitaly – Salone internazionale dei vini e distillati” a Verona dal 14 al 17 aprile 2024. Organizzato da Vinitaly e Veronafiere con il patrocinio del Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare Italiano e della Regione Veneto, quest’anno la “56 edizione del Vinitaly – Salone internazionale dei vini e distillati” è stata anticipata dalla 13 Edizione di OperaWine. Con un layout dedicato al riconoscimento dell’opera lirica come Patrimonio immateriale dell’UNESCO, celebrando l’Italia e la sua cultura enologica e musicale.

Il Vinitaly è la più grande «ambasciata» del vino, con oltre 4mila aziende da tutta Italia e da 1.200 top-buyer invitati e ospitati da Veronafiere. La “56 edizione del Vinitaly sarà un evento ricco di colori, sapori e profumi dove anche quest’anno vedrà la presenza della nostra Repubblica San Marino con il vino interamente biologico “Biancale” e i migliori della gamma della Cantina Vini come lo Sterpeto (rosso), il Caldese (bianco) e l’Oro dei Goti (bianco passito) ovvero con i vini ad identificazione d’origine prodotti con uve provenienti da vitigni autoctoni del nostro territorio.

La giornata inaugurale è stata caratterizzata dalla proficua collaborazione fra Italia e San Marino in ambito di politiche agricole e ambientali ulteriormente confermata dall’incontro tra il Segretario di Stato per il Territorio, l’Ambiente e l’Agricoltura Stefano Canti e il Ministro per l’Agricoltura, Sovranità Alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida e dalla partecipazione del Segretario Canti agli eventi culturali organizzati presso lo stand del Ministero Italiano. All’inaugurazione erano presenti tantissime autorità italiane a partire dal Presidente della Camera dei Deputati Lorenzo Fontana, dai Ministri Lollobrigida (Agricoltura), Sangiuliano (Cultura) Salvini, Tajani (Esteri), Urso (Imprese e Made in Italy), dal Ministro dell’agricoltura Greco e dai Presidenti delle Regioni Veneto (Zaia), Umbria (Tesei) e da diversi parlamentari nazionali ed europei a testimonianza che quando le Istituzioni fanno sistema i risultati e la crescita sono visibili a tutti.

Stefano Canti (Segretario di Stato per il Territorio, l’Ambiente e l’Agricoltura): “Dopo il grande successo dei prodotti enogastronomici del nostro territorio promossi all’evento Slow Wine Fair organizzato da Slow Food Italia di febbraio, le eccellenze vitivinicole del nostro territorio sono presenti in questo importante evento con il neonato Vino bianco biologico “Biancale”. Un sentito ringraziamento alla Cantina San Marino per l’impegno che sta dedicando alla promozione dei prodotti della nostra terra ed a tutte le attività in campo per la crescita del settore vitivinicolo. La Repubblica di San Marino ha partecipato a questo importante evento per rappresentare l’impegno rivolto alla protezione del territorio e per valorizzare la nostra vigna che esalta il territorio nonchè l’agricoltore che è il primo protettore del territorio. Il grande valore e merito va ai nostri agricoltori e viticoltori, difensori dell’ambiente. I giovani crescono e portano con sè innovazione e sostenibilità, per questo occorre valorizzarli. Infine, ringrazio la Regione Emilia Romagna per aver consentito la nostra presenza all’interno dello stand della Regione”.