Un anziano si appoggia al bastone (foto di repertorio)

Oltre agli alloggi, anche una palestra, un centro ricreativo, spazi dove incontrarsi e fare formazione. Il Presidente del Distretto di Rimini Nord e Assessore alla Protezione sociale del Comune di Rimini Gianfreda: “Una struttura al servizio dei nostri anziani, nel segno della modernità e prossimità”.


Non solo camere da letto, ma anche una palestra a cielo aperto, un centro ricreativo, soluzioni di domotica per la telemedicina, spazi dove incontrarsi, seguire training e fare della formazione.

Grazie ai fondi messi in campo dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il progetto per l”autonomia degli anziani non autosufficienti’ presentato a livello sovradistrettuale Rimini-Riccione può concretizzarsi e divenire realtà.
È notizia di poco, infatti, l’idoneità dell’intervento riminese-riccionese ai parametri richiesti dal PNRR. In totale, la somma assegnata è di 2,46 milioni di euro: un finanziamento importante che permetterà di realizzare due poli di servizi per anziani che, come si legge nella descrizione del progetto, “superino le contrapposizione tra struttura socio-sanitaria e servizi territoriali, presentandosi alla comunità come dei veri e propri avamposti di sperimentazione di saperi, strumenti e approcci alla cura innovativi e più efficaci, da impiegare anche presso il domicilio”.
Le location individuate sono l’immobile dei Tigli in via D’Azeglio (contiguo e collegato all’ex Convento dei Servi che già ospita 13 posti con servizi), dove saranno realizzati 10 mini alloggi, e una seconda area nella zona di Riccione dove saranno messi a disposizione altre stanze.
Alle camere, si aggiungono inoltre altri servizi sia per gli ospiti sia per quei cittadini di età avanzata che hanno bisogno di supporto e sostegno:
-una palestra e centro di promozione della vita attiva presso un ampio spazio al piano terra del complesso dei Servi e collocato di fianco al Centro per le Famiglie. Palestra outdoor nell’ampio giardino dei Tigli:
-un centro servizi di prevenzione, diagnosi e cura per anziani presso l’immobile Tigli;
-allestimento di uno spazio al piano terra dedicato agli incontri, alla formazione e ai training, per attività di promozione e diffusione di approcci e motodiche innovative per la cura a domicilio (es: cafè Alzheimer, metodo Vigorelli);
-centro ricreativo per anziani del quartiere presso l’area esterna dei Tigli.
-realizzazione di soluzioni di domotica, telemedicina e controllo da remoto nei 15 alloggi da realizzare e negli alloggi con servizi già esistenti
Un insieme di servizi integrati che mirano, oltre alla cura, alla prevenzione e alla promozione della salute attraverso delle formule e degli strumenti all’avanguardia, che puntano a favorire uno stile di vita sano e a stimolare il benessere psicofisico dei pazienti attraverso metodologie che passano anche dall’attività fisica e stimoli motori.
“Tutti i progetti che abbiamo presentato al tavolo del Ministero per ottenere le risorse del PNRR sono stati valutati validi, a dimostrazione dell’attenzione, della caparbia e dell’impegno messo in atto dal Distretto per dare risposte concrete alla città e per rafforzare la rete della medicina di territorio assieme agli attori comunitari – spiega l’Assessore alla Protezione sociale del Comune di Rimini e Presidente del Distretto socio-sanitario di Rimini Nord Kristian Gianfreda -. La struttura che andremo a realizzare si inserisce all’interno di una precisa e chiara visione di sanità del futuro che sta caratterizzando le nostre politiche locali e il nostro approccio ai servizi, e che passa prima di tutto da un alleggerimento dell’intervento ospedaliero a favore di una medicina sempre più di vicina ai cittadini. Questo polo sanitario permetterà di offrire supporto e sostegno agli anziani in difficoltà e, al contempo, sarà un laboratorio di ‘sanità di vicinato’ capace di unire e far convergere la molteplicità dei servizi: dalla formazione ai training, dalla palestra ai centri di cura, dalle tecnologie più avanzate al rapporto diretto tra professionisti e pazienti. Un grande progetto dedicato ai nostri anziani e aperto alla città, nel segno della modernità e della prossimità.”.
I centri di promozione, prevenzione e cura che si svolgono nel complesso Servi-Tigli saranno coordinati dalla Casa di Comunità di via Settembrini che copre la zona centrale del territorio comunale.