Nel mirino delle Fiamme Gialle 5 negozi gestiti da imprenditori cinesi

RIMINI – Oltre 1.400 prodotti tra maschere, costumi, trucchi e altri oggetti di Carnevale sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Rimini perché risultati non conformi alle norme in tema di composizione, qualità e origine, oltre a essere privi della marcatura comunitaria in alcuni casi. Nel mirino delle Fiamme gialle sono finiti cinque negozi.

 Alcuni costumi, destinati a bambini sotto i tre anni, non avevano alcun tipo di informazione sui materiali utilizzati per realizzarli, con possibili rischi per la salute. I rappresentanti legali delle società coinvolte, tutti di origine cinese, sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Rimini; sono state infine fatte multe dai 1.500 ai 10mila euro per le violazioni in materia di marcatura, da 516 a 25mila per quelle legate ai requisiti minimi richiesti dalla legge.