Per garantire una elevata sicurezza, lo spazio è stato aumentato rispetto ai 12 metri quadrati stabiliti in precedenza dalla Regione

“L’anticipazione a sabato 23 maggio dell’apertura della stagione balneare 2020, comunicata poche ore fa dalla Regione Emilia Romagna che deve ancora produrre la necessaria ordinanza,-  dichiara l’assessore al Demanio, Roberta Frisoni – impegna nonostante questa inusuale modalità il Comune di Rimini a dare risposte veloci agli operatori, giustamente sensibili alle corrette modalità di svolgimento del loro servizio, che quest’anno in particolare deve avere in sé le massime caratteristiche di sicurezza”.

“Per ciò che riguarda il Comune di Rimini, in tal senso, imposteremo l’ordinanza comunale una volta che quella regionale sarà ufficialmente e finalmente disponibile. Incrementeremo in via generale le distanze tra ombrelloni per dare un’area di 18 metri quadrati, superiore del 50 per cento rispetto a quella minima stabilita in precedenza dalla Regione (12 metri quadrati) e ancora superiore rispetto al minimo nazionale (10 metri quadrati). Questo per mantenere un altissimo standard di sicurezza e dunque qualitativo, a tutto vantaggio degli utenti/turisti. Naturalmente queste saranno misure minime e gli stabilimenti balneari, se vorranno, potranno posizionare gli ombrelloni per offrire ancora più spazio ai propri clienti. Il Comune di Rimini inserirà poi lo strumento del delivery in spiaggia e confermerà le disposizioni sul tema della plastica e del fumo”