Nella notte sono stati transennati gli ingressi al Parco del Marecchia

Allerta ROSSA per criticità idraulica per le province di PR, RE, MO, BO, FE, RA, FC, RN; Allerta ARANCIONE per criticità idraulica per le province di RA, FC, RN; per criticità idrogeologica per le province di RA, FC, RN; Allerta GIALLA per criticità idraulica per le province di PR, RE, MO, BO, RA; per criticità idrogeologica per le province di BO, RA; per vento per le province di FE, RA, FC, RN. Per la giornata di lunedì 13 maggio si prevedono precipitazioni moderate sull’Appennino centro-orientale e sulla Romagna, sparse a carattere irregolare altrove. Le precipitazioni sono previste in attenuazione nella prime ore di martedì 14 maggio. Sono inoltre previsti venti forti di bora (nord-est) sulla costa (circa 60-65 km/h) con raffiche (fino a 90 km/h). La ventilazione tenderà ad attenuarsi nella seconda parte della giornata di martedì 14 maggio. Mare inizialmente molto mosso e localmente agitato, in attenuazione nelle prossime ore. La criticità elevata (colore rosso) sulla Pianura Emiliana Centrale si riferisce al transito della piena nei fiumi Secchia e Panaro; quella sulla Pianura Emiliana Orientale e costa Ferrarese è riferita al transito della piena negli affluenti di destra del Reno mentre quella sulla Pianura e costa Romagnola si riferisce al transito della piena in tutti i fiumi romagnoli.

Permangono precipitazioni continue e diffuse in Romagna di debole intensità e la previsione delle prossime 6 ore conferma questo andamento. Le piene che interessando, in particolar modo, i fiumi Secchia, Panaro, Idice, Sillaro, Santerno, Senio, Lamone, Montone, Ronco e Savio stanno transitando con i colmi di piena nelle sezioni arginate a valle della Via Emilia, con livelli idrometrici anche superiori alla soglia 3. La previsione di criticità idraulica nelle zone di allertamento F, D e B passa pertanto ad elevata (codice rosso).

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha seguito personalmente l’evolversi della situazione durante le ore notturne tra lunedì e martedì e ha voluto ringraziare tutti gli operatori che “continuano a dimostrare nel momento di bisogno la propria disponibilità al sacrificio per il bene della collettività.“