31 gennaio 2020 - Rimini, Cronaca

ll car-pooling arriva in Comune e nelle scuole

Dal Comune la proposta di utilizzare un’app, per organizzarsi con auto condivise

L’auto di gruppo, per condividere le  automobili private tra persone che devono fare lo stesso tragitto ogni giorno, coinvolge anche gli studenti e i dipendenti del Comune di Rimini e della Provincia. Si concretezza la proposta, del Settore “Infrastrutture, Mobilita’ e Qualita’ Ambientale”, per facilitare il car-pooling e condividere l'auto privata, tra dipendenti pubblici e studenti. Non si tratta solo di ridurre i costi del tragitto quotidiano casa lavoro, ma di aderire consapevolmente ad una proposta di mobilità sostenibile importante,  che si sta diffondendo in tante città europee e italiane.

L’applicazione “Up2Go” è stata recentemente acquistata dal Comune di Rimini con i fondi del progetto “Smart Commuting” di cui il Comune di Rimini è Lead Partner, un progetto “Interreg Central Europe”, che ha una durata triennale (2017-2020). Si tratta di un’iniziativa internazionale che ha già prodotto una serie di azioni per migliorare la pianificazione urbana e sollecitare gli organismi regionali e locali a implementare sistemi intermodali di mobilità sostenibile. Un’idea orientata a ridurre le emissioni di CO2 e l'inquinamento atmosferico, per rendere più vivibili e maggiormente attrattivi i territori. Il progetto fa capo all' Assessorato alla “mobilità, programmazione e gestione del territorio”, ma l'acquisto di Up2go è stato condiviso con l'Assessorato “scuola e politiche educative”, per  diffondere l'utilizzo della app anche nelle scuole del territorio riminese. 

A tale scopo è stato proposto a tutti dipendenti del Comune di Rimini e della Provincia un incontro,  fissato per il prossimo 5 febbraio nella la sala degli Arazzi del Museo della Città, in cui si svolgerà una giornata informativa. Un incontro, suddiviso in differenti orari, secondo le zone di residenza (nord, sud, forese), che farà conoscere quest’interessante iniziative e dove sarà divulgato l’utilizzo della app Up2Go, l’applicazione per il car-pooling, per gli smartphone, dedicata alle comunità di dipendenti di una stessa azienda che aiuta ad organizzare gli spostamenti frequenti da e verso le proprie sedi.

Parallelamente partirà anche la sperimentazione, come azione pilota del progetto europeo, nell’area nord Rimini, a Viserba, dove è situato il centro studi nord e dove convergono studenti di ogni età anche in altri istituti scolastici. Un’area vasta che coinvolge studenti, insegnanti e lavoratori, che comprende un numero di circa 5000 pendolari giornalieri che si spostano prevalentemente in auto dal centro di Rimini o dai Comuni limitrofi. 

“Puntiamo a portare avanti una serie di iniziative volte a ridurre il flusso di auto in prossimità dei centri scolastici e delle sedi di lavoro - sottolinea Roberta Frisoni, Assessore alla Mobilità -  partendo in primis da iniziative volte a favorire e migliorare la mobilità ciclabile e l’utilizzo del trasporto pubblico locale, ma esplorando anche nuove modalità di viaggio interessanti come il car pooling. Una proposta, quella del car-pooling che, oltre a ridurre l’emissione di CO2,  è orientata, attraverso l’occupazione di posti liberi in auto che sarebbero comunque in movimento, a ridurre il disagio causato dalla congestione delle strade nelle ore di punta. Un risparmio di risorse e inquinamento atmosferico, capace anche di generare relazioni e nuove opportunità di collaborazione tra i pendolari e gli studenti, in una nuova fase di condivisione dell'economia e scambio tra le parti.”

La campagna promozionale è frutto della collaborazione dell'Ufficio Politiche Europee del Comune di Rimini e del Liceo scientifico e artistico Serpieri di Rimini. Gli studenti liceali hanno disegnato il manifesto e la facciata interna del pieghevole informativo, mentre la facciata esterna è stata curata dai grafici di Up2go.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.