30 luglio 2019 - Rimini, Agenda, Cronaca, Spettacoli

Il Maestro Riccardo Muti sabato 3 agosto al Teatro Galli

Il concerto, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, trasmesso in diretta su un maxischermo in piazza Cavour

Sabato 3 agosto sarà una data storica per il Teatro Galli: la prima volta del Maestro Riccardo Muti sul podio riminese, alla presenza della massima carica dello Stato, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un evento eccezionale segna l’apertura della 70esima edizione della Sagra Musicale Malatestiana, con uno straordinario concerto che vedrà il Maestro dirigere la sua Orchestra Giovanile Luigi Cherubini in una selezione di brani tratti da Le nozze di Figaro.

La presenza in sala a Rimini del Capo dello Stato andrà quindi a rendere storico un appuntamento di grande prestigio per la nuova vita del Teatro Galli. Così come fatto per l’inaugurazione del 28 ottobre scorso, anche in quest’occasione si è deciso di portare la musica anche oltre le pareti ottocentesche del Teatro per coinvolgere la città. Sabato in piazza Cavour sarà allestito un maxischermo che consentirà ai riminesi e ai tanti ospiti della città di seguire in diretta l’intero concerto, a partire dalle 21. La realizzazione del progetto illuminotecnico sarà curata da Ideogamma e la piazza sarà allestita con sedute per favorire la fruizione da parte del pubblico (accesso libero, fino ad esaurimento posti).

Il concerto è realizzato in collaborazione con la Riccardo Muti Italian Opera Academy, creata dal Maestro nel 2015 per trasmettere al pubblico e alla nuova generazione di musicisti il patrimonio dell’opera. L’appuntamento al Galli arriva a coronamento di due intense settimane di prove aperte al pubblico dedicate al capolavoro mozartiano che si chiuderanno il 2 agosto al Teatro Alighieri di Ravenna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.