15 luglio 2019 - Rimini, Cronaca

San Giuliano mare tra presente e futuro

L’ufficio partecipativo del Piano Strategico “approda” nel lido il 16 luglio

Dopo le tappe di Torre Pedrera, Rivabella, Viserbella e Viserba, l’Ufficio partecipativo mobile del Piano Strategico approda da domani a San Giuliano Mare per raccogliere proposte, idee e progetti per il futuro di questo importante borgo del Lungomare Nord di Rimini.  Ad inaugurare l’Ufficio, martedì 16 luglio alle 11Passeggiata del Lido San Giuliano,  altezza di Viale Ortigara, 68, saranno presenti il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, il presidente del Piano Strategico di Rimini, Maurizio Ermeti, il rappresentante del Comitato Turistico e del CIVIVO di San Giuliano Mare, Francesco Villa, e il rappresentante del CIVIVO Farm Borg e Società De Borg, Silvia Montanari dell’Associazione Officina Giardino e Giardini d’Autore e Romina Balducci di Infoalberghisrl.

L’ufficio partecipativo temporaneo, collocato presso la passeggiata a mare del Lido San Giuliano all’altezza di via Ortigara 68, è un punto fisico dedicato alla partecipazione, all’ascolto e al coinvolgimento di operatori economici, cittadini e visitatori di San Giuliano Mare. L’obiettivo è quello di promuovere un progetto condiviso di rigenerazione urbana al fine di migliorare l’attrattività di San Giuliano Mare e contribuire a valorizzare le imprese che hanno sede in quest’area. In particolare, nel periodo di apertura dal 16 luglio al 1agosto, sarà possibile visionare gli ambiti di potenziale sviluppo della località, compilare un questionario di rilevamento, proporre le proprie idee e offrire la disponibilità a mettersi in gioco per affrontare la le sfida di rigenerazione urbana e turistica di San Giuliano Mare. L’ufficio è, inoltre, concepito come uno spazio espositivo dove viene illustrata la storia e l’identità di San Giuliano ma vengono anche presentate diverse buone pratiche di rigenerazione sociale, economica e produttiva che hanno segnato la riconversione e trasformazione di importanti aree urbane nazionali e internazionali.

Il Piano Strategico nasce oltre 10 anni fa sulla base di un patto partecipativo, di comunità- sottolinea il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi-. L’iniziativa di San Giuliano Mare prosegue lungo quella strada, chiedendo a chi abita e lavora proposte e idee, nell’ambito del programma di riqualificazione che tocca tutta la città di Rimini. Io credo che, in questo senso, la partecipazione sia il passo fondamentale condividere appartenenza e una comune direzione, partendo da chi siamo”.

Maurizio Ermeti del Piano Strategico evidenzia come lo strumento dell’Ufficio mobile rappresenti “una prassi molto utile per favorire la partecipazione attiva dei cittadini alle scelte della città, ragion per cui abbiamo già programmato altre tappe dell’ufficio mobile in diverse aree del centro storico, della costa e del forese, già a partire da subito dopo l’estate.” L’ufficio partecipativo temporaneo è realizzato, nell’ambito del progetto partecipativo “CIVIVO CITENGO” dal Comune di Rimini, con il supporto dei gruppi Ci.Vi.Vo, e dal Piano Strategico, in collaborazione con l’Associazione San Giuliano Mare, l’Associazione La Società De Borg, l’Associazione Officina Botanica e Info Alberghi S.r.l.

Collaborano, inoltre, Lido San Giuliano, Giardini d’Autore, AIA – Associazione Albergatori Rimini nonché CAST-Centro di Avanzati Studi Turistici di Università di Bologna, Campus di Rimini, e UNI.Rimini spa. Peraltro, questi ultimi due enti stanno già lavorando con il Piano Strategico anche sulla riprogettazione dell’immagine turistica di Rivabella.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.