15 aprile 2019 - Rimini, Cronaca

Esercito italiano protagonista in EmergeRimini

L'evento organizzato dalle locali Associazioni di Protezione Civile e coordinato dalla Prefettura di Rimini

Si sono concluse domenica due giornate in cui l’Esercito Italiano, in particolare il 7° Reggimento AVES “Vega”, e le altre componenti operative del sistema Protezione Civile sono state protagoniste con simulazioni d’interventi in caso di emergenze, a terra o in mare, nell’ambito della manifestazione “EmergeRimini”. L'evento, organizzato dalle locali Associazioni di Protezione Civile e coordinato dalla Prefettura di Rimini, è stato un momento per dimostrare la piena dualità d’impiego degli elicotteri dell’Esercito Italiano, di stanza a Rimini, i quali, pur concepiti per scopi prettamente militari, hanno caratteristiche tali da poter essere proficuamente utilizzati in ogni situazione di emergenza, proprio come avvenuto nei recenti casi di trasporto d’urgenza d’organi e di una persona affetta da una malattia rarissima.

A enfatizzare l’impegno dell’Esercito nel sistema Protezione Civile, sabato 13 aprile, si è svolta una simulazione d'intervento di ricerca e soccorso di una persona dispersa e rimasta ferita in zona non facilmente raggiungibile via terra, impiegando un AH129 Mangusta e un NH90 . In particolare,  l’elicottero l’AH129, dotato di performante sistema di osservazione  diurno e notturno, ha effettuato la ricerca della persona, fornendo indicazioni alla squadra a terra del Soccorso Alpino,  che ha individuato e stabilizzato il disperso preparandolo per il recupero, mediante verricello, a bordo dell’elicottero NH90. Nell’ambito dell’evento è stato inoltre allestito un infopoint, dedicato alla distribuzione di materiale divulgativo e promozionale alla cittadinanza, e all'esposizione dell’equipaggiamento di sopravvivenza dei piloti, di un veicolo VTLM Ambulanza “Lince”in dotazione al 66° Reggimento Fanteria Aeromobile "Trieste",  e dei robot a controllo remoto Packbot 510 e Teodor in dotazione al Reggimento Genio Ferrovieri e utilizzati per le attività di verifica e d’ispezione di ordigni esplosivi.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.