25 marzo 2019 - Rimini, Cronaca

7° Reggimento "Vega", conclusa l'esercitazione "Kinetci l/2019"

Rimini - Si è conclusa sabato, presso il 7° Reggimento Aviazione dell’Esercito “VEGA”, l’esercitazione Kinetic I/2019, ciclo di addestramento continuativo della durata di quattro settimane,  diretta dal Comandante del 7° Reggimento AVES “Vega” Colonnello Marco PODDI, condotta al fine di garantire un primo momento di amalgama e verificare lo stato di approntamento del personale di prossimo impiego nei teatri operativi iracheno e afghano. L’esercitazione si è sviluppata attraverso la condotta di una serie di missioni di volo in ambiente diurno e notturno, senza preavviso e con presenza di OPFOR (Opposing Forces), di complessità variabile  e caratterizzate dall’integrazione sinergica delle specifiche capacità  delle unità di volo e della fanteria aeromobile, alle dipendenze della Brigata “Friuli”. L’alto livello di addestramento e conoscenza dottrinale e procedurale dimostrata dai Reparti impegnati durante l’esercitazione è stato verificato anche dal Comandante della Divisione “Friuli”, Generale di Divisione Carlo Lamanna, giunto sul luogo dell’esercitazione nella giornata di mercoledì 13 marzo. In particolare, gli equipaggi del 7°Vega insieme a un plotone del 66° Reggimento Fanteria Aeromobile "Trieste", hanno condotto e pianificato missioni di recupero di personale ferito - MEDEVAC (Medical Evacuation)/ NEO (Noncombatant Evacuation Operation) o rimasto isolato - ISOP (Isolated Personnel)  in ambiente non permissivo, oltre a missioni di esplorazione e sorveglianza dell'area d'impiego, esprimendo la spiccata interoperabilità e standardizzazione procedurale esistente tra tutte le componenti di fanteria, attacco (AH 129) e trasporto tattico (NH 90) tipiche delle unità dell’Aviazione dell’Esercito.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.