1 ottobre 2018 - Rimini, Cronaca

Teatro Galli, inizia il contro alla rovescia per la riapertura

Il 28 ottobre si alza il sipario

E’ iniziato il conto alla rovescia. Manca un mese esatto alla riapertura del teatro Galli, appuntamento storico atteso dalla città da 75 anni. Un fermento che cresce di giorno in giorno, che cresce di pari passo con la partecipazione della città e con un programma sempre più ricco di proposte.

 

Entra in scena

C’è chi ha versato 5 euro per se stessa e altrettanti per la figlia nata solo da qualche settimana: una nuova vita per un teatro che torna a vivere. E’ la donazione più piccola, ma forse quella più simbolica, di quelle finora raccolte dalla campagna Entra in scena, l’iniziativa di partecipazione e sostegno al Teatro Galli. La storia di Anna – nome di fantasia - è particolarmente significativa: ha voluto essere protagonista di questo momento importante per la cultura del territorio, legando non solo il suo nome ma anche quello della figlia, nata in primavera, alla rinascita del teatro. E così ha fatto un versamento per lei e un versamento a nome della sua piccola, interpretando nel senso più vero e profondo lo spirito della campagna di sostegno al teatro, rilanciata lo scorso weekend in occasione di Giardini d’Autore con la declinazione Entra in scena con un fiore, che consente di ricevere un fiore di stucco realizzato in gesso e rivestito in foglia d’oro a fronte di una donazione di almeno 20 euro. Un fiore, numerato e in collezione limitata, che diventa anche un regalo: c’è anche chi ha deciso di regalare il fiore come dono per l’anniversario di matrimonio, chi come originale regalo di compleanno.

Il punto informativo allestito proprio davanti al Teatro ha registrato un via vai di persone interessate a scoprire come diventare attori di questa rinascita. Ad oggi sono 82 le donazioni liberali di altrettanti privati che hanno aderito alla campagna, per un totale di circa 9mila euro raccolti, con una donazione media di circa 110 euro a testa. Sei i donatori che si sono avvalsi dell’opportunità dell’Art Bonus, meccanismo che prevede agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali a favore, tra gli altri, dei teatri nazionali e dei teatri di rilevante interesse culturale. Spicca nel capitolo Art Bonus anche il contributo di 290 mila euro di Rimini Fiera.

 

Alle donazioni si aggiunge l’importante capitolo delle sponsorizzazioni: essere partner del Teatro significa sostenere la sua attività, investire nell’eccellenza della sua programmazione artistica, partecipare attivamente alla diffusione della cultura come valore irrinunciabile per la crescita della comunità. E la comunità si sta mostrando sensibile: attualmente sono una decina le aziende e i gruppi del territorio che in misura diversa e sfruttando le diverse formule di partnership a disposizione hanno deciso di sostenere il Teatro dei riminesi nell’avvio di questo nuovo percorso, per sponsorizzazioni pari a circa 293mila euro.

 

Una stagione in poltrona: abbonati in crescita

Le campagne abbonamenti per la Sagra Musicale Malatestiana e per la Stagione di Prosa hanno dato un ottimo riscontro. In particolare per la stagione di prosa c’è stata una vera e propria corsa agli abbonamenti, con 1.377 tessere distribuite in maniera equilibrata tra turni ABC e D altri percorsi (discorso a parte per il turno Tracce, la cui campagna abbonamenti è ancora in corso e dedicato al teatro contemporaneo, per un pubblico più mirato e che sarà ospitato al teatro degli Atti).

Può contare su un nutrito e appassionato gruppo di giovani la vasta platea di abbonati ai concerti della Sagra Musicale Malatestiana, vera istituzione culturale della città con le sue 69 edizioni: quest’anno sono 150 i ragazzi che saranno a teatro grazie al Progetto Mentore, iniziativa che consiste nell'adozione musicale, da parte di vari soggetti (imprese o singoli cittadini), di giovani non frequentanti le sale da concerto, regalando loro la possibilità di abbonarsi alla Sagra. I 150 ragazzi si aggiungono ai circa 560 abbonati ‘tradizionali’.

 

La prevendita degli eventi inaugurali

Partirà sabato 6 ottobre la prevendita dei biglietti per i tre eventi inaugurali del Teatro Galli: Cecilia Bartoli con La Cenerentola il 28 ottobre, Roberto Bolle and Friends il 3 novembre, Valery Gergiev con Simon Boccanegra il 10 e l'11 dicembre. La prevendita partirà alle 10 del mattino al botteghino del Teatro Novelli (dalle ore 12 sarà possibile acquistare i biglietti anche on line), e sarà possibile acquistare un massimo di due biglietti a persona.

Stessa modalità sarà utilizzata per la prevendita degli spettacoli inseriti nella stagione di prosa, che sarà attiva dal 29 settembre dalle 10, sempre al Teatro Novelli. 

 

Una inaugurazione lunga due mesi due mesi

23 serate confermate di spettacoli in meno di due mesi, dal 28 ottobre al 22 dicembre: le porte del teatro si spalancheranno tra lirica, opera, danza, musica, prosa. Una programmazione di alto livello, che svaria nei generi e nei gusti, destinata ad arricchirsi con altri appuntamenti in via di definizione;  oltre trenta serate allo scopo di offrire al maggior numero di persone l’opportunità di scoprire l’emozione del teatro rinato.

Dopo l’esordio con Cecilia Bartoli, il cartellone di prosa si apre con i fratelli Servillo e il loro omaggio alla musica partenopea con La parola canta. Dopo l’attesissimo spettacolo di Roberto Bolle and friends del 3 novembre, il cartellone propone altri tre spettacoli di prosa (The deep blue sea con Luisa Ranieri diretta da Luca Zingaretti e la commedia Non mi hai più detto ti amo con la coppia Cuccarini-Ingrassia) e il balletto d’azione Il barbiere di Siviglia (turno D).

Altro evento da segnare in calendario il viaggio al pianoforte con Nicola Piovani (La musica è pericolosa). La Sagra Musicale Malatestiana propone i doppi appuntamenti con l’Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna diretta da Michele Mariotti, l’Orchestra e Coro del Teatro Regio di Torino diretta da Manlio Benzi direttore nel Gala Verdi –Wagner e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini. Completa il calendario la rassegna di musica da camera con un concerto per due pianoforti delle sorelle Labèque, il Quartetto della Scala arricchito dalla presenza del violoncellista Giovanni Sollima, un Gala cameristico dedicato a Verdi con le due eccellenti cantanti riminesi Gladjs Rossi e Anna Malavasi e il baritono di fama internazionale Luca Salsi insieme sul palco con il pianista Davide Cavalli.

 

Aspettando il Teatro

In questo mese di trepidante attesa prima che si alzi il sipario, non mancheranno gli appuntamenti per entrare nel clima di questo appuntamento storico, nei vari contenitori culturali della città che gravitano attorno al Galli. Si comincia già da domani con l’apertura del Festival Le Voci Dell'Anima al Teatro degli Atti (29 settembre - 4 ottobre), per poi lasciare spazio al ritorno di "Malatesta" a Castel Sismondo (dal 4 ottobre) e Maria Costantini alla Sala Pamphili per il Festival del Mondo Antico (14 ottobre).

Sono inoltre in fase di definizione altre iniziative di avvicinamento al 28 ottobre, conferenze, incontri e altre sorprese.

 

Info tel. 0541 704295 – 704292

www.teatrogalli.it

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.