10 aprile 2018 - Rimini, Agenda, Spettacoli

"Filo per filo, segno per segno", debutta il Festival delle Arti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Creato da Alcantara Teatro per dare voce all’espressività giovanile contaminando i contesti urbani

Dalla trentennale esperienza di Alcantara Teatro e del glorioso Laboratorio Stabile Alcantara nel campo dell’espressività giovanile nasce Filo per filo Segno per segno, il Festival delle arti dell’infanzia e dell’adolescenza. La kermesse trae origine dal desiderio di creare relazioni, attraverso lo sguardo di bambini e ragazzi sull’ambiente urbano. Uno sguardo ricco di curiosità, meraviglia, creatività che vuole diventare contagioso al di là dell’età anagrafica. Scenari dell’edizione 0 del Festival saranno, dall’11 aprile al 20 maggio 2018, Rimini e Santarcangelo di Romagna, realtà in cui da tempo Alcantara opera e che hanno accolto con entusiasmo la proposta di lasciare che la creatività dei giovani contaminasse centri storici e spazi culturali. Le azioni del festival mirano infatti a portare la voce e la presenza dei ragazzi nelle città, lasciare tracce, dare forma al pensiero, partendo dal teatro che per sua stessa natura è comunicazione alla collettività di bisogni, urgenze. Dal teatro partono i fili che collegano e intrecciano le tante forme espressive: le parole, i suoni, i gesti, il colore, le immagini. Concetto ben rappresentato dall’immagine guida della manifestazione, inedito omaggio del grande Antonio Catalano e dei suoi Universi Sensibili, da cui trae ispirazione l’intera comunicazione grafica curata da DIANE/Ilaria Scarpa_Luca Telleschi.

 

ll tema scelto per l’avvio del Festival è La Metamorfosi, quale metafora del cambiamento e della crescita. Nei giorni del Festival alle azioni teatrali dei ragazzi si alterneranno eventi, mostre e allestimenti sull’immaginario e la creatività infantile e adolescenziale, workshop, incontri con esperti di pedagogia e arte. Mirando a mettere in relazione le tante presenze che sul territorio si occupano - con approcci diversi ma con la stessa cura e passione - delle nuove generazioni: dal teatro alla musica, dalla letteratura alla re-invenzione del paesaggio e dell’ambiente.

 

Filo per filo Segno per segno è organizzato e diretto da Alcantara Teatro con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune di Rimini e Comune di Santarcangelo di Romagna. Main partner Romagna Iniziative. Sponsor Coop Alleanza 3.0 e RiminiBanca. In collaborazione con Chiocciola - la casa del nomade, Cittadinanza Onlus, Centro per le Famiglie Rimini, Costruzioni Meccaniche, Fondazione Culture Santarcangelo, Il Millepiedi Coop Sociale, Nonsoloteatro, Santarcangelo Festival, Universi Sensibili, Viale dei ciliegi 17. Sponsor tecnici Gruppo Maggioli, PhotoSì, Alterecho, La Mi Mama, L’OttaVino, La Bottega delle Idee.

 

A SCUOLA DI LIBERTÀ

Il Festival apre con “A scuola di libertà”, ciclo di incontri con educatori ed esperti di chiara fama. Si comincia mercoledì 11 aprile, ore 21 presso la Biblioteca Baldini di Santarcangelo di Romagna, dall’incontro “Empatia e gioco dei ruoli” per discutere di un teatro di relazione e di prevenzione al bullismo con Guido Castiglia, fondatore di Nonsoloteatro.

Giovedì 19 aprile, ore 21 alla Sala Del Giudizio del Museo della Città di Rimini, si affronta “L’eta dello Tsunami”, ovvero come sostenere la crescita di un figlio che non è più bambino e non è ancora adulto, assieme ad Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva e autore di numerosi best-seller sulla prevenzione in adolescenza.

Chiude il trittico, domenica 6 maggio alle ore 11 alla Biblioteca Baldini di Santarcangelo, la presentazione di (Filosofare)+, inedito documentario del progetto video di Alcantara Teatro sul pensiero infantile, prodotto in questo caso per il Centro Alberto Manzi – Regione Emilia-Romagna, centrato sul significato di insegnare, imparare, educare e il diritto di “essere se stessi”. A seguire (Filosofare)³, il terzo capitolo dedicato al pensiero dei bambini sul “senso morale” del vivere.

 

PAESAGGI CREATIVI

Lo sguardo dei ragazzi sul paesaggio urbano si sviluppa attraverso passeggiate e workshop.

Sabato 5 maggio, ore 16, appuntamento al MUSAS di Santarcangelo per fare “Quattro passi”, piccole passeggiate per sgranchirsi l’anima assieme ad Antonio Catalano/Universi sensibili che, supportato dalle ambientazioni musicali di Alessandro Pagliarani, sviluppa lungo le vie del centro storico clementino una narrazione dedicata a chi sa sospendere il tempo, meravigliarsi ed emozionarsi.

Sabato 12 maggio, ore 16 sempre al MUSAS, il “MicroMacroLab” la passeggiata-laboratorio per bambini accompagnati dalle guide ambientali di Chiocciola – la casa del nomade per esplorare la natura, gli habitat e le loro connessioni con l’umano accompagnati dalle ambientazioni musicali di Mattia Guerra.

Al termine delle due passeggiate una merenda in compagnia degli artisti.

 

AZIONI TEATRALI OLTRE IL PALCOSCENICO

In un clima di totale condivisione di un progetto comune, bambini e giovani porteranno in scena il lavoro di un anno sul tema La Metamorfosi, andando oltre il palcoscenico, in diversi spazi urbani, legando la propria azione a quella di tutti gli altri: 150 ragazzi potranno raccontarsi con un’unica voce, attraverso il frutto della propria creatività.

Sipario domenica 6 maggio da Santarcangelo con “Naviganti” (Teatro Il Lavatoio ore 17,30) per proseguire giovedì 10 maggio con “La meta…” (Teatro Il Lavatoio ore 21) e venerdì 11 maggio con “Il brutto anatroccolo” (Teatro Il Lavatoio ore 21).

Domenica 13 maggio, alle ore 16, tutti invitati a partecipare al Flash Mob del Festival nel centro storico di Rimini.

Venerdì 18 maggiole azioni teatrali si trasferiranno a Rimini per “Alieni. Da Utopia – l’isola sconosciuta alle sfide dei Supereroi” (Teatro degli Atti ore 21). Sabato 19 maggio su il sipario “Sulle tracce di Marco Polo” (Complesso degli Agostiniani ore 16,30), “Meta-emoticon” (Teatro degli Atti ore 17,30), “Zora” (Complesso degli Agostiniani ore 20,30) e “Parole per un cambiamento” (Complesso degli Agostiniani ore 21,30). Domenica 20 maggio in scena “Metamorfosi per gioco” (Teatro degli Atti ore 16), “Sogni, amori e inganni” (Teatro degli Atti ore 17) e “La voce delle sirene” (Complesso degli Agostiniani ore 18).

A porre il sigillo sul Festival, domenica 20 maggio alle ore 19,30 in Piazza Cavour, l’azione corale “Al mondo voglio dire”. Tutte le ragazze e i ragazzi del Laboratorio Stabile, insieme agli adulti che li hanno accompagnati e ai giovani musicisti dell’Istituto Musicale Lettimi di Rimini, in un’unica voce per esprimere e incoraggiare uno sguardo “bambino” sul Mondo.

 

I GIARDINI SEGRETI

Dal 17 al 20 maggioa Rimini mostre, installazioni e allestimenti ne “I giardini segreti”.

Tra il Chiostro e la Sala Pamphili del Complesso degli Agostiniani si sviluppa il percorso tra le Metamorfosi create dai bambini, bambine e ragazzi del Laboratorio Stabile. Un grande insieme di tanti piccoli tasselli su cui ognuno ha lasciato un segno del proprio modo di immaginare il cambiamento e la crescita. In un piccolo giardino segreto che richiama al luogo dell’infanzia in cui ciascuno di noi ha trovato la dimensione dell’immaginario per costruire i propri sogni. Il percorso espositivo è stato progettato in collaborazione con Matteo Zamagni mentre l’installazione centrale del “giardino segreto” è stata realizzata grazie al supporto di Gianfranco Mancini.

Nel Foyer del Teatro degli Atti la mostra fotografica “In India un giardino” reportage di viaggio a cura di DIANE/Ilaria Scarpa_Luca Telleschi dall’esperienza che Alcantara ha condiviso con Cittadinanza Onlus presso il centro diurno per bambini e giovani adulti con disabilità di tipo neuropsichiatrico Best New Life Shelter attivo nell’India Sud-Orientale.

A inaugurare “I giardini segreti” sarà giovedì 17 maggio, alle ore 18, un aperitivo di teatro e musica con interventi e narrazioni di Alessia Canducci, Linda Gennari, Fabio Magnani, Francesco Tonti, Giulia Versari e i contributi musicali di Carlos Forero, Mattia Guerra e Marco Mantovani.

 

Ingresso spettacoli € 3

Ingresso gratuito per incontri, allestimenti e laboratori

 

Info

Web alcantarateatroragazzi.it/rassegne/filoperfilo/

FB Alcantara Teatro

Mail info@alcantarateatroragazzi.it

Tel 320.0261464 - 0541.727773

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.