7 novembre 2017 - Rimini, Turismo

Il turismo è slow: Emilia Romagna “regina” dell’Atlante Nazionale dei Cammini

Ben 11 dei 14 antichi Cammini, percorsi e Vie dei Pellegrini che attraversano l’Emilia Romagna sono stati inseriti tra le 41 “vie verdi” del Belpaese

Nasce il primo Atlante Ufficiale dei Cammini d’Italia, realizzato dal Mibact e che mappa 41 delle più belle “vie verdi” italiane (www.camminiditalia.it) da scoprire a piedi, in bicicletta e a cavallo, e l’Emilia Romagna spicca per numero di cammini inseriti.

Tra i 41 percorsi di tutta Italia mappati, da quelli dedicati ai santi a quelli dei briganti, passando per il cammino di Dante (tutti proposti dagli enti locali e selezionati dal Ministero secondo 11 criteri di ammissione, dalla fruibilità dei percorsi ai servizi di alloggio e ristorazione entro i 5 km dal percorso), sono ben 11 quelli che attraversano l’Emilia Romagna, su 14 complessivi che collegano la Regione a tutta Europa e a Roma per oltre 2000 km.

«Lavorare sulle nicchie turistiche -commenta l’assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini- è una delle linee strategiche di questo governo. Il Turismo dei Cammini è una di queste, un contenuto di valore in termini di comunicazione e promozione del patrimonio locale che senz’altro può riservare ancora grandi opportunità».

«Stiamo investendo molto sul turismo esperienziale dei cammini per farne un prodotto turistico completo – sottolinea Liviana Zanetti, presidente di Apt Servizi Emilia Romagna - in linea con una tendenza sempre più orientata al turismo slow e a quello sostenibile. Dopo la mappatura completa dei percorsi, abbiamo coinvolto gli operatori privati per offrire, al turista itinerante, idonee proposte di accoglienza. Ad oggi sono oltre 30 i pacchetti, presenti sul sito http://www.emiliaromagnaturismo.it, che riguardano tutte le 14 Vie dei Pellegrini proponendo escursioni giornaliere a piedi o in bici e soggiorni da 1 a 7 notti con o senza guida, tra natura incontaminata, luoghi di culto e borghi storici e antiche pievi».

All’interno dell’Atlante, che per ogni cammino riporta la mappa con relative informazioni su distanza, segnaletica e snodi, figurano la Via Francigena, la Romea Strata (tratto longobardo-nonantolano), la Romea Germanica, il Cammino di Sant’Antonio, il Cammino di San Francesco da Rimini a La Verna, il Cammino di Dante, il Cammino d’Assisi, la Via degli Dei, il Cammino di San Vicinio, la Via Romea Nonantolana e la Via degli Abati.

La mappatura – come ha sottolineato il ministro Franceschini alla presentazione dell’Atlante - è work in progress: anche gli itinerari non ancora inseriti dovranno adeguarsi ai criteri di ammissibilità, in modo da arricchire ulteriormente con la loro presenza le proposte di turismo lento del portale.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.