6 novembre 2017 - Rimini, Cronaca

Lupo ucciso e appeso alla fermata dell'autobus di Coriano

Gaia Animali & Ambiente pronta a presentare denuncia

E’ di poche ora fa il ritrovamento del cadavere del lupo ucciso e appeso a testa in giù a una pensilina della fermata dell’autobus di Ospedaletto – frazione di Coriano, nell’entroterra Riminese, ma “Gaia Animali & Ambiente Onlus è già pronta a depositare denuncia per l’orrendo fatto accaduto” dichiara il presidente Edgar Meyer.

“Non possiamo restare inermi di fronte a tanta crudeltà. Abbiamo appreso dai quotidiani locali che il povero lupo grigio italiano pare sia stato colpito alla testa con forti colpi di badile o con un forcone”.
Gaia Animali & Ambiente opera sul territorio di Rimini tramite un proprio sportello legale a tutela degli animali e dell’ambiente, gestito dagli Avv.ti Erika Delbianco e Simona Santoni che hanno già predisposto denuncia e che depositeranno a breve. Gaia si dichiara pronta a costituirsi parte civile qualora venissero individuati i responsabili o il responsabile dei fatti.

“Quanto accaduto è una barbarie ed è intollerabile. Non solo il gesto va condannato per la sua crudeltà e ferocia, bensì anche il lupo deve essere tutelato, fa parte del nostro patrimonio naturale - dichiara il presidente Meyer - è importante che chi sa qualcosa risponda all’appello delle Forze dell’Ordine chiamando il 112 o il 1515. I colpevoli devono essere individuati. Gente che si comporta così rappresenta il fallimento dell’educazione familiare, scolastica e di tutta la collettività umana - conclude Meyer - In che contesto sono cresciuti? Dove vivono questi sub-umani? Bisogna ripartire da zero. Ecco, anche, il perché della denuncia. La società civile deve difendersi da individui così palesemente sottosviluppati”.

Tag: lupo

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.