6 ottobre 2017 - Rimini, Economia & Lavoro

Porto canale: compie un passo avanti il progetto di dragaggio

Affidato in questi giorni il servizio di consulenza tecnica

Compie un ulteriore passo avanti l’intervento per il dragaggio del porto canale di Rimini. Dopo l'approvazione del progetto di fattibilità tecnica da parte della Giunta comunale che ha permesso di intercettare i finanziamenti previsti dalla Regione Emilia Romagna per 50.000 euro, è stata affidato in questi giorni il servizio di consulenza tecnica finalizzato alle analisi dei sedimenti presenti nel Porto Canale ai fini della loro caratterizzazione.

Come previsto dalla normativa vigente, l’intervento di dragaggio ed il conferimento del materiale asportato è subordinato al rilascio di autorizzazione da parte della Regione Emilia Romagna, sulla base dell'esito della caratterizzazione dei sedimenti.

A breve, in una delle prossime sedute della Giunta comunale, verrà approvato il progetto definitivo - esecutivo, dal costo previsto di circa 100.000 euro.

Con l’approvazione dell’atto diverrà operativo l’intervento con cui si prevede il dragaggio di circa 9.500 mc di materiale nell’area del Porto Canale. Ciò agevolerà  il transito delle imbarcazioni andando a risolvere i problemi di pescaggio che si sono generati a causa del deposito di sedimenti sabbiosi. In particolare l’intervento di dragaggio sarà concentrato sull’area detta dello Squero, di accesso ai rimessaggi e sull’area del porto canale compresa tra l'accesso alla nuova darsena ed il faro.

 

Tag: dragaggio

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.