21 settembre 2017 - Rimini, Cultura

Al via "Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri"

Nove incontri alla Biblioteca Gambalunga

Al via il primo ottobre Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri 2017. La nona edizione della rassegna, curata da Oriana Maroni per la Biblioteca Gambalunga di Rimini, con la collaborazione dell’Ufficio scolastico di Rimini, il contributo di SGR e il sostegno di IBC, ha come tema e titolo “Realtà… e mondi possibili”. 

 

A restituire la complessità del tema, fino al 2 dicembre, sarà un percorso tra Conversazioni e Narrazioni, che avrà come guide autorevoli figure del contemporaneo, completate da tre incontri di cinema e psicoanalisi in collaborazione con la Società psicoanalitica italiana (SPI).

 

Nove gli appuntamenti: l’inaugurazione della rassegna, il primo ottobre, sarà una Narrazione affidata al critico letterario Antonio Prete, che presenterà il suo libro Il cielo nascosto: grammatica dell'interiorità (Bollati Boringhieri, 2016), in dialogo con Domenico Pazzini. L’appuntamento introdurrà idealmente alle conversazioni successive:  il fisico teorico Guido Tonelli (7 ottobre, Cercare mondi. Esplorazioni avventurose ai confini dell’universo); il teologo Vito Mancuso (29 ottobre, Lectio humana, lectio divina); il filosofo Silvano Tagliagambe (4 novembre, Cosa significa vedere).

La seconda delle Narrazioni sarà il reading  La realtà e il suo Angelo (11 novembre), a cura di Lorella Barlaam, con letture dell’Associazione Mala Testa e visual di Maurizio Giuseppucci, che proporrà un’ideale biblioteca sul tema. 

Le Conversazioni riprenderanno con il filosofo  Maurizio Ferraris (12 novembre, Fare la verità); il matematico Claudio Bartocci (18 novembre, Scrittori matematici); lo psicanalista Luigi Zoja (25 novembre, La morte del prossimo: eccesso di virtualità). Per chiudere con il linguista Luca Serianni, il 2 dicembre, che farà il punto su Le parole e le cose: due realtà che cambiano nello spazio e nel tempo.

 

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero gratuito, sino ad esaurimento posti; sede delle Conversazioni, la Sala del Giudizio al Museo della Città. Quanto alle Narrazioni, il primo ottobre l’appuntamento è nelle Sale Antiche, mentre il reading si terrà presso l’Auditorio dell’Istituto Lettimi. Gli incontri avranno inizio alle ore 17. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.