20 settembre 2017 - Rimini, Società

San Patrignano unita nel ricordo di Vincenzo Muccioli

la comunità commemora il suo fondatore a 22 anni dalla morte

Il 19 settembre, 22 anni fa, la comunità di San Patrignano perdeva il suo fondatore, Vincenzo Muccioli. Da allora, ogni anno in corrispondenza di questa data tutti i settori, gli uffici, i laboratori della Comunità si fermano per ricordarlo attraverso una Santa Messa. Una commemorazione molto sentita e partecipata, questa volta preceduta da un filmato d’archivio e accompagnata dalle musiche del coro Sanpa Singers.

I 1300 ospiti attuali, i rappresentanti delle associazioni satellite arrivati da tutta Italia, gruppi di genitori, gruppi di ragazzi accolti 10, 20, 30 anni fa, si sono ritrovati oggi in occasione della commemorazione durante la quale don Fiorenzo, parroco di San Patrignano, ha officiato la funzione nel gremito auditorium del centro di recupero.

“La messa di anniversario qui a San Patrignano è l’occasione per recuperare ricordi, piccoli tesori che Vincenzo ha sparso in giro mentre era in vita. Utili per affrontare il percorso che abbiamo di fronte come intendeva lui” ha sottolineato il parroco, ricordando la figura di Muccioli. Con l’approssimarsi del 2018, il pensiero è andato al 40° anno dalla fondazione della Comunità. “Il testimone che Muccioli ha portato in vita oggi lo portano altri, seguendo i suoi valori responsabilmente”. La San Patrignano di oggi, attualizzando il modello educativo, continua ad ispirarsi ai valori da lui incarnati, nella lotta contro l’emarginazione mai incline a compromessi come quello della legalizzazione. Continuando ad essere per la società una risposta costruttiva ed efficace contro le dipendenze.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.