2 agosto 2017 - Rimini, Società

Al vis l'iter per la realizzazione di un percorso spirituale pedonale ed una cappella in ricordo di don Oreste Benzi

Nel decennale della sua morte

Il prossimo 2 novembre ricorrerà il decennale dalla morte di don Oreste Benzi, avvenuta nel 2007. Un anniversario importante che l'Associazione Papa Giovanni XXIII e il Comune di Rimini intendono ricordare attraverso la realizzazione di una cappella e di un percorso pedonale in sua memoria, da realizzare negli spazi della sede dell'Associazione a Sant'Aquilina. Spazio riservato alla riflessione, un percorso spirituale nei luoghi dove don Oreste era solito raccogliersi in meditazione e preghiera, in mezzo alla natura e alla pace delle colline riminesi, all’ombra degli ulivi.

Il progetto è passato ieri al vaglio della Giunta del Comune di Rimini, che ha dato l'assenso per l'avvio dell'iter amministrativo. La progettazione dovrà ora essere approfondita dal punto di vista logistico, urbanistico e della viabilità.

“Il decennale della morte di don Oreste – è il commento dell'Amministrazione comunale di Rimini – è un momento importante e molto sentito dalla comunità riminese; non solo per la profondità del messaggio religioso ma anche per l'opera sociale al servizio degli ultimi che, partendo dalla sua Rimini, ha portato in ogni angolo del mondo. Don Oreste, tramite la Comunità Papa Giovanni XXIII, ha creato a Rimini un progetto associativo innovativo, creando un ‘laboratorio’ religioso, civile e sociale unico nel suo genere percjeè fondato sulla fede e sull’altruismo. Per questo abbiamo accolto con entusiasmo la proposta della sua Comunità di realizzare, nei suggestivi luoghi dove si ritirava in meditazione, un luogo di raccoglimento e preghiera a servizio di tutta la città”

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.