29 luglio 2017 - Rimini, Arte

"Sacri calici", prorogata la mostra sull'oreficeria religiosa

Sarà visitabile fino al 27 agosto al Museo della Città

Sarà prorogata sino a domenica 27 agosto 2017 al Museo della Città di Rimini la mostra Sacri Calici, oreficeria religiosa dal XV al XX secolo, una collezione riminese a cura di Renzo Sancisi frutto di una meticolosa ricerca collezionistica e antiquaria.

Si tratta di raffinatissimi oggetti liturgici di pregiata manifattura orafa, alcuni di essi risalenti al XV secolo. Ottanta pezzi rari e dalle iconografie complesse raccolti nell'arco di una vita sotto la spinta di una intransigente passione collezionistica che ha permesso di mettere insieme le tracce di un passato culturale e artistico ‘narrato’ attraverso una tipologia omogenea di preziosi manufatti.

Con questa mostra si apre uno spiraglio positivo da parte delle istituzioni pubbliche ad una collaborativa sinergia con il collezionismo privato, offrendo l’occasione di integrare il patrimonio delle raccolte museali e cercando risposte alle lacune di una comune memoria collettiva. Tra gli intenti di questa mostra c’è anche quello di incentivare depositi e donazioni che vadano a interagire sotto il profilo storico e artistico con il patrimonio già esistente di pertinenza pubblica.

In ragione della sua esclusiva particolarità e per la preziosità delle opere presentate la mostra abbraccia motivi religiosi, estetici e storici di grande rilevanza.

Tag: mostra

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.