17 luglio 2017 - Rimini, Politica

Rimini, nido il Melograno: la Regione dà l’ok per il cambio di destinazione d’uso

Zoccarato (LN): “Persi 45 posti e investimento andato in fumo. Vincolo quindicennale non rispettato”

Nulla da fare per i genitori e le famiglie che nelle scorse settimane avevano duramente contestato il cambio di rotta dell’Amministrazione Gnassi. Con delibera regionale dello scorso 28 giugno, infatti, la Giunta di viale aldo moro ha ‘accontentato’ i colleghi riminesi approvando il cambio di destinazione d’uso dell’edificio di via Covignano: “Un immobile, come si evince dalla delibera, oggetto di finanziamenti regionali e già vincolato a nido per quindici anni a decorrere dal 17 dicembre 2013 e su cui sono stati fatti importanti investimenti strutturali” – spiega il consigliere comunale della Lega Nord Matteo Zoccarato che punta il dito proprio sull’utilizzo di questi fondi “chiesti e ottenuti per adibire lo stabile a nido e non a scuola per l’infanzia.” Invece dal prossimo anno si cambia perché, sostengono da palazzo Garampi “la media delle presenze era troppo bassa. Peccato che per ovviare a questa scarsa adesione, già dal 2014 si era provveduto ad adibire parte della struttura a scuola materna facendola di fatto lavorare a pieno regime (metà posti riservati ai più piccolini e metà a scuola per l’infanzia). Viene da chiedersi quindi perché lo svincolo non sia stato chiesto a suo tempo, nel 2014, quando già l’asilo il Melograno veniva sfruttato diversamente rispetto all’obbligo di utilizzo regionale.” Infine Zoccarato lancia un’ultima stoccata all’Ass.re Morolli anticipando il deposito di un’interrogazione regionale a firma dal collega leghista Pompignoli: “inutile cercare scappatoie: 45 posti nido sono andati persi e non sono stati rimpiazzati creandone altrettanti. Le pezze di Morolli sono peggio dei buchi.”
 

Tag: Lega Nord

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.