12 gennaio 2017 - Rimini, Cronaca, Politica

Poste ritardatarie: disagi nella consegna della corrispondenza

Pini (LN): “Governo intervenga per garantire la qualità e capillarità del servizio"

La situazione di disagio e le lamentele di cittadini e aziende per i continui ritardi nell’inoltro della corrispondenza, sono oggetto di un’interrogazione del parlamentare romagnolo della Lega Nord, Gianluca Pini, che chiede al ministro Calenda “quali provvedimenti intenda adottare per sanare le carenze dettate dal nuovo sistema di gestione dei recapiti e smistamento della corrispondenza a
giorni alterni e dal nuovo modello organizzativo promosso da Poste Italiane S.p.A., che sta creando notevoli disagi e prodotto consistenti ritardi nel recapito della posta ordinaria e straordinaria  in tutto il territorio nazionale, con particolare riguardo ai Comuni montani e alle aree più
periferiche”.
“A riguardo - spiega Pini - numerosi sindaci, soprattutto quelli dei piccoli comuni montani, hanno sollevato rilievi e proteste già da diversi mesi all’attenzione della direzione generale di Poste Italiane, ma evidentemente tutto questo non è bastato perché i ritardi persistono così come le giuste
lamentele da parte di cittadini e aziende”.
“La riorganizzazione promossa da Poste Italiane S.p.A. ha fallito e a pagarne lo scotto non sono solo i territori ma anche gli addetti ai lavori che ne hanno bocciato il nuovo sistema gestionale” – conclude il parlamentare del Carroccio che sollecita quindi un “tempestivo intervento del Governo per trovare una
soluzione tempestiva e ottimale all’emergenza”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.