12 dicembre 2016 - Rimini, Sanità

Incognita senologia a Santarcangelo

La Lega torna all’attacco. Bertozzi: "Premiare le eccellenze. Primariato vada al Franchini"

Sulla vicenda della riorganizzazione sanitaria che coinvolge il reparto di senologia dell’ospedale Franchini di Santarcangelo, torna ad occuparsene la Lega Nord per voce del suo referente cittadino, Fabio Bertozzi: "Abbiamo più volte ribadito la nostra contrarietà a questa ipotesi di riordino che declassa il nostro reparto di senologia, ma oggi chiediamo di più".
Il Carroccio sollecita i vertici dell’AUSL di Romagna a «concedere il primariato proprio al Franchini in virtù dei livelli d'eccellenza raggiunti fin dal 1994, delle capacità dei professionisti che vi operano, delle migliorie raggiunte in
questi anni nella metodologia e nella diagnostica del tumore al seno. Tutti risultati che rischiano di andare in fumo se si verificasse il peggio. Per questo motivo chiedo al direttore generale dell’Ausl unica, Marcello Tonini, di
fare un passo indietro, dare ascolto alle migliaia di cittadini che hanno sottoscritto la petizione per salvare la senologia di Santarcangelo e valutare attentamente il contesto in cui si inserisce l’ipotesi di declassamento. »
L’esponente della Lega Nord attacca poi il primo cittadino Alice Parma e i vertici del partito democratico "che fanno il bello e il cattivo tempo con la sanità locale come se si giocasse con le pedine del domino. Sarebbe meglio che anche il sindaco Parma invece di invocare inesistenti spauracchi e inutili polemiche difendesse le eccellenze del proprio territorio e il diritto alla salute dei propri cittadini".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.