2 novembre 2016 - Riccione, Agenda, Cultura, Eventi, Spettacoli

Al via il Riccione TTV Festival

Taglio del nastro domani, giovedì 3 novembre con una madrina d'eccezione, Ottavia Piccolo

RIMINI - Giovedì 3 novembre, alle 20.30, prende il via la 23a edizione del Riccione TTV Festival, storico appuntamento dedicato al rapporto tra arti sceniche, video e nuove tecnologie, nato nel 1985 da un’idea di Franco Quadri. 

Il festival, curato da Riccione Teatro e promosso da Comune di Riccione – Istituzione Riccione per la Cultura, ATER e Regione Emilia-Romagna, comincia al Cinepalace con uno degli eventi più attesi: la proiezione del film 7 minuti, tratto dalla pièce omonima di Stefano Massini e diretto da Michele Placido. Il film, al debutto proprio giovedì sera nei cinema italiani, viene proiettato al Riccione TTV Festival nell’ambito della rassegna Il cinema racconta il teatro ed è presentato da un’ospite speciale: Ottavia Piccolo, protagonista sullo schermo e in sala, dove conversa con Andrea Morini della Cineteca di Bologna (ingresso 8,50 €, ridotto 6 €, prevenditawww.giomettirealestatecinema.it; evento in collaborazione con Giometti Cinema e DIG).

 

Ispirato a una storia vera accaduta a Yssingeaux, in Francia, nel 2012, 7 minuti racconta le vicende di un manipolo di donne alle prese con la crisi di un’azienda tessile italiana acquisita da una multinazionale. Sembra che non siano previsti licenziamenti, operaie e impiegate possono tirare un sospiro di sollievo, però... Però c’è una piccola clausola nell’accordo che la nuova proprietà vuole far firmare al consiglio di fabbrica. Undici donne dovranno decidere, in rappresentanza di tutta l’azienda, se accettare una riduzione di sette minuti nella pausa pranzo. A poco a poco il dibattito si accende, e a emergere prima del voto finale sono le storie delle protagoniste, le loro speranze e i loro ricordi: un caleidoscopio di vite diversissime e pulsanti, vite di donne, madri, figlie. A dare corpo a queste storie è un eccezionale cast al femminile che insieme a Ottavia Piccolo (vincitrice in carriera di una Palma d’oro, un David di Donatello e due Nastri d’argento) vede impegnate anche Cristiana CapotondiViolante PlacidoAmbra AngioliniFiorella MannoiaMaria Nazionale, le attrici francesi Clémence Poésy e Anne Consigny, e la tedesca Sabine Timoteo.

 

“Pur essendo questo film materia sociale di grande attualità,” ha dichiarato il regista Michele Placido, “quello che più mi ha intrigato è il meccanismo di suspense che, assieme a Stefano Massini, abbiamo messo in scena. Perché l’altro grande protagonista del film è il tempo.” Un tempo di pochissime ore per un confronto serrato che ricorda quello tra i protagonisti del film di Sidney Lumet La parola ai giurati.

 

Con la sua partecipazione al TTV, Ottavia Piccolo torna a Riccione dopo la storica partecipazione come giurata al 50° Premio Riccione per il Teatro nel 2009. Ancora più forte è il legame tra la città e Stefano Massini, che ha cominciato la sua fortunata carriera di drammaturgo vincendo nel 2005 il prestigioso Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” under-30. L’autore fiorentino, successore di Luca Ronconi come consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano, sarà protagonista a Riccione anche il prossimo 31 gennaio quando lo Spazio Tondelli ospiterà la messa in scena della sua nuova pièce L’ora di ricevimento (Banlieue), sempre per la regia di Michele Placido, con la partecipazione di Fabrizio Bentivoglio.

 

Dopo la serata inaugurale di giovedì, il Riccione TTV Festival prosegue fino all’8 novembre con un fitto calendario di eventi allo Spazio Tondelli, al Cinepalace e alla Villa Lodi Fè. Il programma divenerdì 4 novembre, in particolare, prevede la presentazione del libro di Dario Tomasello La drammaturgia italiana contemporanea (Spazio Tondelli, 18.30, ingresso libero) e la proiezione diMr. Gaga, film dedicato al coreografo israeliano Ohad Naharin (Cinepalace, 20.30, 5 €).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.