28 giugno 2017 - Politica

Rimini, emergenza terrorismo islamico. Lega insoddisfatta delle parole dell’assessore Sadegholvaad

Zoccarato (LN): “Risposta lacunosa e insufficiente. Non si sottovaluti il fenomeno”

Non è soddisfatto il consigliere comunale della Lega Nord, Matteo Zoccarato, della risposta fornita dall’Ass.re comunale Sadegholvaad alla sua interrogazione sull’allerta fondamentalismo islamico a Rimini. “I nove indagati dalla Procura distrettuale di Bologna per associazione con finalità di terrorismo, sembrerebbero non preoccupare più di tanto lassessore alla sicurezza, Jamil Sadegholvaad, secondo cui l’Amministrazione comunale sta ‘tenendo alta la guardia’ sul pericolo islamico a partire, soprattutto, ‘dagli eventi in programma per la stagione estiva 2017’. Peccato che non dica altro. Come abbia intenzione di farlo, quali azioni nel concreto questa Giunta intenda promuovere per contrastare il fenomeno del fondamentalismo islamico a Rimini, non è dato saperlo” – sottolinea Zoccarato che sulla vicenda aggiunge: “la diplomazia del partito democratico non mi stupisce. A Rimini c’è più di una moschea spacciata come ‘centro culturale islamico’ ma di questo i vertici di Palazzo Garampi sembrerebbero disinteressarsi. Addirittura, di fronte alle mie richieste di possibili agevolazioni fiscali per questi luoghi di culto, l’Ass.re comunale si è trincerato dietro un imbarazzante ‘non è di nostra competenza’ dando prova, per l’ennesima volta, della superficialità con cui – da sinistra – ci si approccia all'argomento”.

Per Zoccarato infine questa è solo la prima interrogazione sull’emergenza islam: “Non ci fermeremo qui. Nei prossimi mesi depositeremo altre istanze per far luce sull’accaduto e per conoscere nel dettaglio le azioni di prevenzione e contrasto del fondamentalismo islamico promosse eventualmente dal sindaco Gnassi”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.